Welfare aziendale: esempi italiani

Monnalisa è un’ azienda aretina specializzata nella produzione di abbigliamento per bambini di alta gamma e si è distinta per aver istituito un programma che aiutasse le dipendenti al fine di rendere più concilianti tempi vita e lavoro e favorire rientri dalla maternità sereni . I dipendenti godono di un’ampia flessibilità oraria e possono compensare le ore nell’arco della giornata e della settimana, in totale autonomia e in accordo con le loro esigenze. Inoltre l’azienda è sempre stata disponibile a concedere il part-time per tempi definiti, sia in relazione alla maternità, sia per esigenze familiari di altro tipo, ad esempio anziani a carico.

Il Colorificio San Marco si trova a Marcon, comune di 16mila abitanti in provincia di Venezia. Il fatturato aziendale supera i 70 milioni di euro ed è leader italiana nella produzione e commercializzazione di pitture e vernici per l’edilizia professionale con 10 stabilimenti produttivi ed esportazioni in oltre 100 Paesi nel mondo. L’azienda ha raggiunto un accordo sindacale che premia la partecipazione alla crescita aziendale con premi individuali fino a 4mila euro, bonus welfare e un orario di lavoro sempre più flessibile, inoltre le prestazioni oltre l’orario contrattuale sono retribuite con una maggiorazione fino al 70% e corrisposte nel mese di competenza.

Eni è una delle più grandi compagnie petrolifere al mondo integrata nell’energia e da sempre impegnata nell’attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. L’attività dell’azienda ha inizio nel 1953 quando fu fondata dallo Stato Italiano, divenendo successivamente nel 1992 società per azioni.  Eni è stata tra le aziende pioniere nel comprendere l’importanza del welfare aziendale. Le iniziative a supporto delle esigenze familiari, su cui viene posta forte attenzione, sono molteplici. Nel 2010 nasce, ad esempio, il “Nido Scuola Eni”, ma le attività riguardano il benessere del lavoratore in generale, sia nel campo della Prevenzione che dell’Alimentazione, difatti si è aggiudicata due riconoscimenti, il “Premio Italiani a tavola ” e il “Premio Mensaverde” .

Nel 2016 Luxottica ha introdotto il bonus vita, che offre una polizza agli eredi dei diecimila dipendenti del gruppo fondato da Leonardo Del Vecchio. Il contributo può arrivare fino 70 mila euro se nel nucleo familiare c’è un figlio minorenne, studenti fino ai 30 anni, persone con disabilità certificata oppure se il defunto lascia da pagare il mutuo sulla prima casa.

Upload Image...
Upload Image...

explore more news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *