UPA 2017: Tra specchi neri e libri bianchi

Era presente anche Red Point, ieri, all’assemblea generale di Upa, associazione che riunisce i più importanti investitori in pubblicità e comunicazione che si è tenuta ieri al teatro Strehler di Milano e intitolata Tra specchi neri e libri bianchi.

“Una crescita lunga 36 mesi trainata dalle pmi”: con questo scenario di crescita il presidente Sassoli de Bianchi apre UPA 2017. Auto, farmaceutico, cura della persona, viaggi e turismo, dovrebbero essere i settori merceologici più proficui.

Davanti a oltre 800 persone fra investitori, centri media, agenzie, imprenditori della comunicazione, editori è stato inoltre presentato “il libro bianco sul digitale, una guida unica al mondo per orientarsi in un territorio in cui la trasparenza è un tema irrinunciabile. Il libro bianco è stato l’apice di uno sforzo comune insieme agli operatori del settore. E consiste in una mappa di regole per: viewability, filiere corte e trasparenti, prevenzione delle frodi, tutela della sicurezza delle marche, attenzione alla user experience, disponibilità dei dati e quantificazione degli investimenti.”

Tra i temi toccati nella relazione del presidente Upa anche la rivoluzione digitale: “cinque secoli per tre rivoluzioni: Gutemberg, Marconi, la televisione, e solo vent’anni per condensare tutto in un telefono. Un’accelerazione impressionante”. E ha ricordato però che “la connessione più potente resta l’emozione”.

Sassoli de Bartoli ha poi affrontato il tema del commercio elettronico: “il 10% delle nostre esportazioni sarà generato nei prossimi 5 anni dall’e-commerce che tuttavia sconta arretratezza tecnologica, piccole dimensioni e poco coraggio da parte degli investitori: i venture capitalist francesi hanno investito in tre mesi nel commercio elettronico quanto gli italiani in tre anni”.

Tra gli ospiti intervenuti ricordiamo, Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria della Santa Sede, Stefano Bartezzaghi, scrittore, semiologo e enigmista, e Sami Kahale, Presidente e Amministratore Delegato Procter e Gamble Sud Europa.

FONTI: MF 6 luglio 2017

@martinaventura

explore more news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *