SCOPRIRE L’ACQUA FRESCA

È il 2016. Qualche profeta avvista all’orizzonte l’uscita dalla crisi economica. Ma nella percezione dei
consumatori la fine è ancora lontana.
PepsiCo, storica holding che produce l’omonima bevanda gassata prende una decisione. Lancia sul mercato
un nuovo prodotto:
Acqua in bottiglia. Si tratta di enhanced water, con ph bilanciato e elettroliti per migliorarne il gusto.
Ma quest’acqua non è solo un prodotto. È un brand. Viene chiamata LIFE WTR. Proprio così: in maiuscolo.
Ha una confezione elegante, minimalista.
Ogni bottiglia è differente. Sull’etichetta, al posto della marca, c’è la riproduzione di opere di giovani
designer, grafici e artisti visivi cool e internazionali.
Viene quasi voglia di collezionarle tutte, anche se il prezzo è ben superiore alla media.
Tuttavia, LIFE WTR diventa un fenomeno tra i giovanissimi, assecondando i trend di auto-affermazione e
salutismo. PepsiCo, ancora una volta, ha saputo reincarnarsi in un prodotto vincente.
Verso i giovani. Di nicchia.
Sfatiamo un falso mito: la crisi porta i consumatori a tagliare spese superflue ed eccessive. Sbagliato.
Durante la crisi non si spende meno, si spende meglio.
I consumatori sono sempre più alla ricerca di quei prodotti che riescano ad attrarli, di quelle novità che li
convincano. Anzi, no: conquistino.
Le parole d’ordine sono: personalizzazione, salute e autogratificazione.
I dati Nielsen 2017, infatti, registrano una forte crescita dei prodotti premium, che abbiano cioè un prezzo
superiore al 20% rispetto alla media del mercato. E questa tendenza è legata ai brand che hanno saputo
differenziarsi, rinnovarsi e reinventarsi.
Tutto passa da uno studio preciso dei mercati, da una giusta innovazione e dalla scelta di strumenti di
comunicazione efficaci, pensati e messi in atto da agenzie di comunicazione esperte e affidabili.
Solo così è possibile pensare di rimanere – e rilanciarsi – sul mercato.
Solo così è possibile pensare di vendere, a un mercato giovane, costose bottiglie d’acqua di design.

explore more news